#Celano - Foggia

Celano - Foggia

Il tratturo Celano - Foggia, il secondo più lungo dell'Italia meridionale, inizia nel cuore dell'Abruzzo e, una volta varcato il confine con il Molise, attraversa l'Altosannio a partire da Vastogirardi, un comune di origini antichissime.

Dopo aver attraversato il centro storico di origine medievale, si entra nel castello Angioino fortificato, inglobato nelle mura di cinta della parte più alta del borgo, includendo la piazza e la chiesa parrocchiale di San Nicola. In località Sant'Angelo, inoltre, si trovano i resti di un tempio sannita.

Il percorso continua in direzione Carovilli sulle pendici del monte Ferrante e circondato da una cortina di mura del periodo sannita. La chiesa di San Domenico dei Serpari sorge lungo la mulattiera che collega il paese con la dorsale appenninica. Da vedere anche la casa di Santo Stefano del Lupo, dove nacque il monaco benedettino al quale ogni anno viene dedicato un pellegrinaggio. 

La tappa successiva è Pietrabbondante che sorge sia sul tratturo Celano - Foggia che su quello di Sprondasino - Castel del Giudice. Il paese, arroccato su pietre chiamate "morge" ospita l'importante area archeologica "Bovianum Vetus", con le rovine risalenti ai Sanniti.

Dopo Pietrabbondante, il percorso continua con Civitanova del Sannio, con la sua splendida chiesa parrocchiale di San Silvestro Papa, che conserva opere d'arte sacra del Seicento. Molto interessanti anche le escursioni per visitare le pitture rupestri di Morricone del Pesco, il villaggio abbandonato di Sprondasino, crocevia della transumanza, o i resti del monastero "de jumento albo", un tempio di età paleocristiana, tra i primi costruiti nella regione.

Il percorso prosegue verso Bagnoli del Trigno definito la "perla del Molise". I ruderi del castello longobardo caratterizzano Bagnoli, mentre più vicino si scorge la chiesa di San Silvestro, con il caratteristico portale romanico-gotico e il campanile costruito sulla roccia.

Con il comune di Salcito il tratturo entra nella provincia di Campobasso e continua verso Trivento. Qui si può ammirare la Cattedrale, di antica fondazione, che conserva antiche opere di artisti locali e la cripta con un altare pagano dedicato a Diana. Interessante anche la scalinata di San Nicola che collega la parte bassa del paese con il cosiddetto Piano e che è costituita da 365 gradini, uno per ogni giorno dell'anno. 

L'itinerario continua toccando i comuni di Lucito, Castelbottaccio e Morrone del Sannio, fino a Sant'Elia a Pianisi, noto per un convento francescano dedicato a Padre Pio che lo visitò agli inizi del '900.

Bonefro e San Giliano di Puglia sono le ultime tappe del Molise prima di entrare poi nella Puglia. 

I comuni attraversati dal tratturo sono:

ABRUZZO: 

  • Provincia dell'Aquila: Celano, Aielli, Cerchio, Collarmele, Castelvecchio Subequo, Castel di Ieri, Goriano Sicoli, Raiano, Prezza, Pratola Peligna, Sulmona, Pettorano sul Gizio, Rocca Pia, Rivisondoli, Roccaraso, Castel di Sangro.

MOLISE: 

  • Provincia di Isernia: San Pietro Avellana, Vastogirardi, Carovilli, Pescolanciano, Agnone, Pietrabbondante, Civitanova del Sannio, Bagnoli del Trigno.

  • Provincia di Campobasso: Salcito, Trivento, Lucito, Castelbottaccio, Morrone del Sannio, Ripabottoni, Sant'Elia a Pianisi, Bonefro, San Giuliano di Puglia.

PUGLIA: 

  • Provincia di Foggia: Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelnuovo della Daunia, Torremaggiore, Lucera, Foggia.

  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle
  • mail_vector_icon_white