#Il MuseC si racconta

Campobasso

Il MuseC si racconta

Un nuovo diario settimanale questo in collaborazione con il Musec Costumi del Molise che vuole raccontare il fascino dei costumi tradizionali del Molise come i segni più tangibili della tradizione e del sentimento d’identità.

Campobasso

Presso il MuseC di Isernia sono esposti tre costumi originali che si datano ai primi del Novecento, nella versione quotidiana, festiva e nuziale. 
Si tratta di tre "reliquie" considerata la scomparsa del vestiario popolare a Campobasso ormai da tantissimi anni.

Nelle varie sale tematiche si trovano anche altri pezzi sciolti di grande valore artistico e antiquariato.

L’austerità del costume quotidiano stride fortemente con lo sfarzo di quello festivo, realizzato con stoffe sontuose come il broccato e la seta, dai colori smaglianti e rifiniture di pregio in oro e argento.

Il pezzo più significativo del costume campobassano è il copricapo detto "mantigliana"; un telo di forma semicircolare, solitamente di panno di lana bianco per le nubili, rosso per le sposate e nero per le vedove.

Su quello rosso da sposa, marinato di gallone d'oro, si poggia una seconda mantigliana di tulle bianco finemente ricamato. Al MuseC fa bella mostra un esemplare di questo tipo di mantigliana che per raffinatezza e preziosità dei ricami è considerato tra i pezzi migliori e più importanti della collezione Scasserra.

  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle
  • mail_vector_icon_white