#Pescasseroli - Candela

Pescasseroli - Candela

Con i suoi 211 chilometri è il terzo tratturo per lunghezza dell'Italia meridionale. Da Pescasseroli, in Abruzzo, fino al confine fra Candela e Ascolti Satriano, in Puglia, ben 71 chilometri di questo percorso attraversano il Molise. 

A Ponte Zittola, presso Castel di Sangro, dal tracciato principale si distacca il tratturo Lucera - Castel Di Sangro, che andrà a sua volta a confluire a Lucera nel tratturo Celano - Foggia.

Nella provincia di Campobasso questi tre tratti sono ulteriormente interconnessi dal braccio Centocelle - Cortile - Matese presso San Polo Matese. Nel suo tracciato molisano segue la strada statale 18 dell'Appennino Abruzzese e Appulo Sannitico, toccando Isernia e attraversando centro come Bojano e Sepino. 

Il tratturo Pescasseroli - Candela, nella provincia di Isernia, raggiunge Rionero Sannitico che può essere considerato la porta di ingresso al Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. 

Prosegue poi per cittadine come Forlì del Sannio e la stessa Isernia, fino a Roccasicura. 

Proseguento, si toccano i paesi di Miranda, Pettoranello del Molise ed il borgo medievale di Castelpetroso. Quest'ultimo è famoso per la Basilica santuario della Madonna Addolorata, patrona della regione. 

Il tratto passa poi vicino a Cantalupo nel Sannio per continuare entrando nella provincia di Campobasso e passando per San Massimo, conosciuto per gli sport invernali e le vicine piste da sci di Campitello Matese. 

Si entra poi nella piana di Bojano e nelle vie del borgo fortificato Civita di Bojano dove non si può non visitare la cattedrale dell'XI secolo di San Bartolomeo, patrono della città oltre all'eremo di Sant'Egidio, una chiesetta raggiungibile solo a piedi, risalente probabilmente al IX-X secolo.

 

Il tratturo continua verso il mare, toccando San Polo Matese, Campochiaro, Guardaregia fino ad arrivare a Sepino per attraversare le rovine dell'antica Saepinum. L'area archeologica con i resti di epoca romana si presenta in gran parte ben conservata. La città romana è preceduta da un centro fortificato di epoca sannitica, Saipins, che sorge sulla montagna retrostante, detta di "Terravecchia". 

 

Il percorso della transumanza si inoltra poi in Campania, nella provincia di Benevento, per poi sfociare in Puglia.  

I comuni attraversati dal tratturo sono:

ABRUZZO: 

  • Provincia dell'Aquila: Pescasseroli, Opi, Civitella Alfedena, Barrea, Alfedena, Scontrone, Castel di Sangro.

MOLISE: 

  • Provincia di Isernia: Rionero Sannitico, Forlì del Sannio, Isernia, Roccasicura, Miranda, Pettoranello del Molise, Castelpetroso, Santa Maria del Molise, Cantalupo nel Sannio.

  • Provincia di Campobasso: San Massimo, Bojano, San Polo Matese, Campochiaro, Guardiaregia, Sepino, Cercemaggiore.

CAMPOBASSO: 

  • Provincia di Benevento: Morcone, Santa Croce del Sannio, Circello, Reino, Pesco Sannita, San Marco dei Cavoti, San Giorgio la Molara, Buonalbergo.

  • Provincia di Avellino: Casalbore, Montecalvo Irpino, Ariano Irpino, Villanova del Battista, Zungoli.​

PUGLIA: 

  • Provincia di Foggia: Monteleone di Puglia, Anzano di Puglia, Sant'Agata di Puglia, Rocchetta Sant'Antonio, Candela.

  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle
  • mail_vector_icon_white