• #THISISMOLISE

I ravioli dolci di Cerasuolo

Cerasuolo è una piccola frazione nel comune di Filignano (IS). Nata nel 1844 allorquando il Duca Pasquale Marotta, feudatario del territorio di Castelnuovo e Cerasuolo, lasciava in testamento le rendite dei suoi possedimenti, l'Amministrazione separata dei beni civici Ex Feudo Marotta, è probabilmente la più antica del Molise.


Uno dei piatti tipici di Cerasuolo e, più in generale, della zona montana nell’entroterra vicino al confine laziale, è il raviolo ripieno con ricotta e zucchero. Se fino ad ora abbiamo sempre conosciuto il Raviolo di Scapoli, distante pochi chilometri, questo piatto merita tutta la nostra attenzione.


Tale piatto sembrerebbe ritrovare le sue origini in epoca rinascimentale. Testimone delle sue origini è il "Libro Novo" di Messer Cristoforo da Messisburgo scritto nel 1557, cuoco di palazzo per i signori di Ferrara.


Ebbene, come dalle tavole borghesi a quelle contadine, questa tradizione con il tempo è arrivata sino a noi. La sorpresa risiede proprio nel suo sapore, andando a creare un contrasto tra quello della ricotta e quello dello zucchero, un armonioso equilibrio di dolce e salato.


Oggi ascoltiamo Lisetta, o meglio, Elisabetta Coia, nata il 12 aprile 1922 a Cerasuolo e, ad oggi la più anziana del paese, ci spiega la preparazione del raviolo dolce.





Ricetta dei ravioli con ricotta e zucchero


INGREDIENTI

​Per il ripieno:

300 gr di ricotta;

2 cucchiai di zucchero;

2 tuorli d'uovo;

1 limone grattugiato.


Per l'impasto della pasta:

3 uova;

500 gr di farina.


PROCEDIMENTO

Per la pasta unite le uova alla farina a fontana. Aiutandovi con le mani, lavorate il tutto sino ad ottenere un impasto consistente, aggiungendo altra farina se occorre.

Lasciate poi riposare l'impasto per una mezz'ora. Nel frattempo, preparate l'impasto.


Schiacciate la ricotta, unite due tuorli d'uovo, lo zucchero ed il limone grattugiato. A questo punto, mischiate tutti gli ingredienti per ottenere un impasto ben amalgamato.


Una volta preso l'impasto, stendetelo sulla spianatoia di legno aiutandovi con un mattarello di legno. Formate due rettangoli di sfoglia per poi creare dei mucchietti di impasto disponendoli a circa 3 cm di distanza gli uni dagli altri. A questo punto, stendete l'altra sfoglia sulla prima, facendo combaciare i bordi e avendo cura di far fuoriuscire tutta l'aria dai ravioli aiutandovi con le dita (altrimenti si apriranno durante la cottura).

Con una rotella tagliapasta dentellata ricavate i ravioli.


Lasciar cuocere i ravioli in acqua salata sin quando non verranno a galla e condirli con un buon sugo.


Grazie a Pier Luigi Pacitti per le riprese di Cerasuolo e Santa Amodei per la ricetta.

86 visualizzazioni
  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle
  • mail_vector_icon_white