• #THISISMOLISE

Il cioccaro

Un’usanza molisana è quella di mettere sul fuoco, la sera della vigilia, il “cioccaro”. Questa tradizione vuole che, al suono della campana della sera, alle ore 19.00 circa, il capo famiglia (o la persona più anziana) e il più giovane mettono sul fuoco un grosso ciocco di legna, addobbato con nastri, fiocchi e con un mazzetto di piante e aromi che simboleggiano il Natale (vischio, stella di Natale, pungitopo, agrifoglio, abete, cannella, ecc).

Tutta la famiglia riunita recita una preghiera. Durante la cena ogni commensale può dare da mangiare al ceppo, ossia mettere sul tronco un po’ di quello che si sta mangiando. Pare che questo rito sia di buon augurio per la famiglia.


Quando il ciocco finiva di ardere (doveva durare per tutto il periodo natalizio), la cenere veniva sparsa nella terra, e pare proteggere i campo dalle intemperie e dai parassiti.


Grazie ad Anna Maria Pisaturo per averci reso partecipe di questa tradizione. Troverete tutto questo in “A Casa Mia”, il suo nuovo libro.

27 visualizzazioni
  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle
  • mail_vector_icon_white